La tecnologia Acronis controlla il sistema in tempo reale, distinguendo le attività normali da quelle sospette come la crittografia non autorizzata. Riconoscendo i tentativi di intrusion, riesce a individuare il ransomware anche se la variante non è ancora nota.

Se rileva un processo che tenta di crittografare i file o di introdurre codice nocivo nel sistema, Acronis lo blocca prima che possa apportare eventuali danni e ti invia immediatamente una notifica segnalando di aver individuato un comportamento sospetto. A quel punto potrai bloccare o far proseguire l’attività.

Dopo aver bloccato l’attacco ransomware, Acronis Active Protection aiuta a ripristinare i file che sono stati modificati o infettati, cercando le versioni più recenti e recuperando copie “pulite” dalla cache, dai file temporanei o dal backup.
In questo video una dimostrazione pratica dell’efficacia di Acronis Active Protection