All’inizio di novembre, la console di Backup https://backup.management verrà migrata al nuovo server per l’autenticazione Single Sign-on, in modo da permettere, una volta effettuato l’accesso, il rapido passaggio tra le altre applicazioni SolarWinds supportate per le quali si dispone dell’autorizzazione.

Dopo la migrazione al nuovo sistema di autenticazione, l’accesso a https://backup.management sarà supportato solo tramite un indirizzo email. Coloro che effettuano l’accesso con credenziali non basate su e-mail riceveranno una notifica nella console per modificare i dati di accesso ed utilizzare il proprio indirizzo e-mail.

Ogni indirizzo di posta elettronica sul server di autenticazione Single Sign-on può essere utilizzato per un solo partner di backup o cliente. Se il tuo attuale indirizzo email di accesso è attualmente utilizzato per più partner o account cliente, riceverai una notifica nella console per apportare le modifiche richieste e sostituire i nomi utente non univoci dagli altri account.

Se esistono ancora duplicati durante la migrazione, l’account e-mail attivo con il livello di sicurezza più alto verrà migrato al server di autenticazione SSO. Gli eventuali altri account e-mail duplicati verranno convertiti nello stato “Integration User” e non potranno accedere direttamente alla console https://backup.management

Gli account “Integration User” avranno solo i diritti per accedere alla legacy Cloud Management Console (CMC), ai servizi API o ai nodi di archiviazione.

Si prega di aprire un ticket di supporto in caso di problemi nell’individuare o correggere account che utilizzano credenziali di posta elettronica duplicate o che presentano problemi di accesso dopo la migrazione.

Se il tuo indirizzo email esiste già sul server di autenticazione Single Sign-on perché stai utilizzando questo indirizzo e-mail per le applicazioni SolarWinds RMM e MSP Manager, dopo la migrazione, utilizza la password SSO definita in precedenza per il nome utente esistente nella pagina di accesso al server di autenticazione Single Sign-on. Se non ricordi la tua password SSO, puoi effettuare una reimpostazione della password prima di aprire un caso di supporto.

Dopo la migrazione, l’app DoubleChecked per l’autenticazione a due fattori (2FA) non sarà più supportata e verrà disattivata. Sarà necessario impostare la modalità 2FA fornita dal nuovo server di autenticazione Single Sign-on. L’abilitazione delle funzioni 2FA per le nuove credenziali SSO basate su e-mail impedirà l’utilizzo delle credenziali con l’applicazione legacy Cloud Management Console (CMC) e impedisce che tali credenziali funzionino con le API dei prodotti.

Nessun impatto è previsto sugli utenti di nCentral o RMM Integrated Backup. Chiunque incontri problemi di accesso dovrebbe aprire un ticket di supporto.